venerdì 15 febbraio 2013

Pistorius:protagonista di un thriller vero e proprio

Certo che andare a fare una sorpresa al proprio fidanzato e venire freddati da 4 colpi di pistola non è proprio quello che ci si aspetta da San Valentino. Sembra più la trama di un film thriller. 

Qui però i protagonisti sono reali e si tratta di Oscar Pistorius,noto simbolo paralimpico sudafricano e la fidanzata modella,che si era vista in video e in foto e che era già da qualche anno accanto all'atleta.

Quattro spari di rabbia nel buio hanno cambiato il corso della loro vita.Le prime notizie che circolano dicono che ha colpito a morte la giovane fidanzata ad un braccio e alla testa,scambiandola per un ladro o un intruso in casa.

Già così il racconto è abbastanza agghiacciante vuoi perchè era proprio il giorno degli innamorati,vuoi per l'impatto che può aver una notizia del genere di un uomo che uccide la donna per sbaglio,vuoi perchè si tratta di Pistorius.

Ma la notizia più sconvolgete arriva poche ore dopo. Dopo un lungo interrogatorio la polizia lo ha fermato con l’accusa di omicidio e il giudice stabilirà se volontario o preterintenzionale. Niente errore quindi.

Effettivamente il residence in cui si trova Pistorius è molto,ma molto sicuro.E'  al centro di un compound protetto. È a due piani, ha alte mure di cinta e ogni comfort. In più il fatto che avesse in casa una pistola lascia abbastanza sconcertati. Magari è per la consapevolezza del personaggio che rappresenta e per la paura di venire derubato o cose simili. Certo è che suona strano.



In passato l'atleta altre due volte aveva avuto a che fare con la polizia.

La prima perchè si era andato a spiaccicare con un motoscafo contro un pontile semisommerso a una velocità folle. Il mezzo era volato via, inabissandosi e fortunatamente Oscar è stato salvato dall'amico con cui si trovava. La polizia lo ha interrogato a lungo, perché pensava che fosse sotto l’effetto dell’alcol. Lui spiegò l’accaduto, le ragioni di quella folle corsa e fu perdonato.

La seconda volta perchè una sua vicina con cui non andava un gran che d'accordo, lo accusò di averla aggredita in malo modo durante un party e un poliziotto lo portò alla stazione di polizia per un interrogatorio non semplice. Alla fine Oscar spiegò che la donna e il poliziotto avevano ordito una sordida trama contro di lui per invidia.

6 commenti:

  1. comunque sia andata, povera ragazza:(

    RispondiElimina
  2. bravo quanto vuoi nello sport... ma proprio squilibrato questo ragazzo.
    è ora di finirla con questa violenza inaudita sulle donne.
    p.s. questo blog ogni tnt m sa d approfondimento del tg ;-) brava chiara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio l'impronta che gli voglio dare..un poò blog cazzone un pò di informazione un pò di girly un pò di condivisione un pò di tutto :)

      Elimina
  3. aspettiamo il plastico di Vespa.....

    RispondiElimina

Sample Text

questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Tutti i prodotti di cui parlo sono stati acquistati personalmente da me . Le opinioni che esprimo su di essi sono puramente personali. Non sono pagata da nessuna azienda a scopo recensivo o pubblicitario e non ho alcun legame di natura lavorativa o personale con esse