mercoledì 13 febbraio 2013

opinioni e pagelle sulla prima serata Sanremese. "A me sto palco ogni anno che passa me sembra sempre più piccolo"

"ma a te sto palco non te sembra più piccolo ogni anno?? Boh,me sarò cecata io!"
"Chiara l'Ariston è sempre quello è"


la prima serata del Festival è andata.Qualcuno direbbe "e pure sta prima serata se la semo levata dalle palle"

Un resoconto veloce veloce però mi sento di farlo.
Le aspettative erano quelle di due presentatori un pochino scomodi,non tanto Fazio quanto la Littizzetto. 

Ma ahimè la Littizzetto è sembrata talmente tanto finta pur di sembrare vera che ha sfiorato quasi l'insopportabile. Non so se mi spiego. Pur di non sembrare "guidata" da qualcuno a chiudere la bocca e mozzicarsi la lingua ha esasperato il suo ruolo quasi a voler dimostrare che nessuno può fermarla. Ma era evidente che non fosse lei. O almeno a me così è sembrato. Per quanto riguarda il look della Lucianina devo dire che sembrava proprio una bambolina ma..Dio mio. Camminava come se le avessero dato un calcio nelle chiappe.

Passiamo all'esibizione di Crozza. Prima della pubblicità viene annunciato da Fazio e il pubblico applaude.Entra vestito da Berlusconi per una delle sue(ormai viste e riviste) imitazioni e viene applaudito.Lancia i soldi e dice che tanto sono quelli della gente,non certo i suoi.Fa dell'umorismo e del sarcasmo che sembra non essere apprezzato.Si toglie i panni dell'ex premier e saluta il pubblico dell'Ariston prima del monologo.Ed ecco qua.Urla e insulti. Addirittura un "vai via fascista". Fazio sale sul palco per supportarlo e rivolgendosi a qualcuno del pubblico dice una cosa del tipo "allora vada via".Inizia il monologo e di nuovo applausi e ovazioni. Roba davvero al limite dello schizzofrenico.
Ma cosa ci si aspettava da Crozza? Si sapeva bene quale fosse il suo ruolo o per lo meno quale ruolo ha sempre rivestito. Ha un programma su La7 dove fa settimanalmente questo tipo di sketch quindi non capisco molto la reazione. 

Fazio ha dimostrato di sapersi prendere in giro e di saper gestire al meglio la situazione pur sembrando un pò impacciato inizialmente.

Una cosa che non ho molto gradito è stata l'idea di ospitare dei ragazzi gay che si stavano per sposare ma non perchè gay o perchè chissà quale ragione razzista.Tutto fantastico,i cartelloni,i loro sorrisi e il loro amore che mi fa davvero credere nelle cose più belle della vita ma non ho trovato giusto ribadire in una serata come questa la parte politica dell'omosessualità.

E la musica? Ah,si la musica. Sono state scelte le canzoni che gareggieranno e personalmente la mia preferita è quella di Daniele Silvestri. Lo trovo,come sempre,magnifico. Non ho apprezzato Raphael Gualazzi perchè mi sembrava che stesse per "sfiatare" da un momento ad un altro.

Poi c'è stato anche il momento di Toto Cutugno che prima ha fatto un monologo (tanto va di moda farli de sti tempi) e poi ha cantato la sua celeberrima,storica canzone accompagnato sul finale dai due presentatori e in sfondo dei soldati. Momento di fratellanza o di riflessione sul fatto che l'Italia di Toto non sembra più quella di oggi? Bah..


Voglio fare delle pagelle come fanno i siti fighi. Quindi,rullo di tamburi:
Fazio 8
Littizzetto 5 e mezzo esasperata
Crozza 6

4 commenti:

  1. E me sembra più piccolo si stò palco! Me sembrano più piccoli anche i presentatori ed i protagonisti che dovrebbero renderlo invece degno della propria storia! Bello il tuo blog, interessante, come si suole dire: tutto anema e core!
    Una bella scoperta! Grazie. Se ti va vai e seguire questo favoloso blog se non lo segui già http://rockmusicspace.blogspot.it/, credimi ne vale la pena!
    Vita lunga e prosperità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarà fatto subito! e grazie grazie e ancora grazie!

      Elimina
  2. bella de mamma, sei immarcabile!
    ti seguo anche qua :)
    (a me, che amo il trash, il coro dell'armata rossa con cutugno mi è sembrata la genialata trash del millennio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie tante mettiu! mi fa piacere! :)

      Elimina

Sample Text

questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001.
Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.
L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Tutti i prodotti di cui parlo sono stati acquistati personalmente da me . Le opinioni che esprimo su di essi sono puramente personali. Non sono pagata da nessuna azienda a scopo recensivo o pubblicitario e non ho alcun legame di natura lavorativa o personale con esse